La sessualità femminile

Si parla spesso di sessualità maschile, di problematiche che riguardano l'impotenza o la mancanza di libido o la disfunzione erettile o ancora l'eiaculazione precoce e talvolta si tende a mettere in secondo piano l'aspetto della sessualità visto e vissuto dalla donna.

Non è raro infatti che anche per la donna possano insorgere diverse difficoltà nel modo di vivere la sua sessualità. Anche la donna infatti è affetta da carenza di desiderio sessuale o dalla incapacità di provare un piacere profondo quando ha rapporti sessuali. Cerchiamo allora di andare a fondo e analizzare cosa accade e come sia possibile intervenire per rimediare ai problemi della donna. 

Come si manifestano i problemi della sessualità femminile

Per capire a fondo i problemi sessuali vissuti da una donna, prenderemo come esempio il caso di Eleonora e Lorenzo, una coppia sposata da 5 anni che ha attraversato quasi due anni di FSD, ovvero disturbi sessuali femminili. Eleonora aveva fatto di tutto per conquistare Lorenzo. Erano compagni di liceo e lei ne era sempre stata attratta. Dopo alcuni mesi di corteggiamento, Lorenzo ha iniziato a innamorarsi di Eleonora, tanto da sposarsi dopo soli 5 mesi dal primo appuntamento. Per il primo anno la coppia ha vissuto una intensa relazione, fatta di grandi momenti d'amore, anche dal punto di vista fisico. C'è sempre stata una forte intesa fra loro fino a quando Eleonora non ha iniziato a manifestare le prime avvisaglie. Provava quasi repulsione all'idea di fare l'amore con Lorenzo, che continuava a piacerle moltissimo, anche fisicamente. 

Con il tempo i due hanno iniziato ad allontanarsi, tanto da indurre Lorenzo a credere che Eleonora avesse una storia extra coniugale. Ne hanno parlato a fondo e si sono molto scontrati. Alla fine hanno deciso di affrontare il problema con uno specialista. Eleonora ha raccontato di non provare desiderio sessuale nei confronti del marito (nè di nessun altro); di non provare piacere durante l'attività sessuale e, anzi, di avere una sensazione quasi di dolore, durante i rapporti. 

Dopo aver scandagliato il passato di Eleonora, è emerso un conflitto genitoriale che si stava ripercuotendo a livello psicologico su Eleonora, sfociando in disfunzioni sessuali. 

Come agire in presenza di problemi sessuali femminili

Come sempre in questi casi, è importante sviscerare sensazioni, paure e preoccupazioni. Il più delle volte le difficoltà di avere una vita sessuale appagante celano dei problemi psicologici spesso risolvibili. Se capita di riscontrare ostacoli nella propria vita sessuale esistono molti modi per aiutarsi e risolvere. Innanzitutto, come per gli uomini, anche per le donne si trovano in commercio farmaci in grado di aumentare il desiderio e la libido. Uno dei più comuni è il Lovegra ma ne trovi anche altri. Sono molto facili da assumere e i risultati praticamente immediati.

Oltre all'apporto farmacologico, occorre anche capire quali cause sono alla base dei problemi sessuali femminili, per cercare di trovare la corretta terapia e superarli. L'importante è non tenersi tutto dentro e non aver mai paura di parlarne. Con una persona fidata prima e con un esperto dopo. A volte basta poco per riportare la situazione alla normalità, evitando l'inasprirsi dei rapporti e il rischio di rovinarli in maniera irrimediabile.

I sintomi e le cause dei disturbi sessuali femminili

Le donne soggette a calo di desiderio sessuale, sono caratterizzate da:

  • Diminuito desiderio sessuale, indipendentemente dal proprio partner;
  • Scarso desiderio sessuale solo in alcune circostanze (determinati ambienti o specifici partner);
  • Perenne assenza di desiderio;
  • Assenza di desiderio acquisita e dovuta a ragioni varie come l'educazione ricevuta (specialmente se di stampo religioso, esperienze precedenti negative, ecc.).

Tra le cause che provocano il calo di desiderio femminile, occorre anche menzionare l'ansia, la paura di perdere il controllo durante gli istinti sessuali, cause stressogene esterne (lavoro, famiglia, problemi economici, ecc.), la cosiddetta "sindrome della vedova" tipica di una donna che abbia perso il marito e prova una sorta di senso di colpa nei suoi confronti. Inoltre anche la presenza di dissidi all'interno della coppia ha una forte incidenza sul calo della sessualità nella donna, così come la mancanza di attrazione nei confronti del proprio partner o la difficoltà nella gestione dei desideri sessuali rispetto al sentimento di innamoramento nei confronti del partner.

Le cause sono quindi diverse e non vanno certo valutate, sebbene non siano irreversibili. Parlare e affrontare il problema assieme all'assunzione di Lovegra o di altri farmaci che hanno lo stesso principio, è un ottimo strumento per superare il problema.